Scuola pubblica gratuita e di qualità per tutti, dal nido all’Università. Cambieremo registro sulle risorse per il diritto allo studio oggi assorbite in larghissima parte da chi frequenta scuole private e indipendentemente dal reddito: andranno invece destinate a tutte le famiglie in difficoltà, con priorità a chi frequenta la scuola pubblica. Investiremo risorse negli edifici scolastici per la messa in sicurezza e il risparmio energetico. La formazione professionale non può essere semplice addestramento, ma dovrà formare cittadini qualificati tramite un’attiva collaborazione fra agenzie educative e sistema imprenditoriale. Serve una profonda revisione dei meccanismi di alternanza scuola/lavoro per gli istituti tecnici e l'azzeramento per i licei.

Università e ricerca devono diventare il perno dello sviluppo della Lombardia, per creare nuovo lavoro qualificato. Occorre tutelare la ricerca biomedica nelle facoltà di medicina, negli IRCCS, nei grandi ospedali e nei centri come il Nerviano Medical Science.