Rosati (LeU): Rincaro pedaggi autostradali insostenibile e ingiustificato, chiediamo chiarezza e trasparenza

posted in: Uncategorized | 1

“Gli aumenti delle tariffe dei pedaggi autostradali entrati in vigore dal 2018 sono insostenibili e ingiustificati e vanno molto aldilà dell’attuale tasso di inflazione. Un rincaro che sulle autostrade lombarde è notevolmente più alto della media nazionale – afferma Onorio Rosati, consigliere regionale esponente di Liberi e Uguali -.
Infatti, l’incremento medio sull’intera rete autostradale, secondo la rilevazione del ministero delle Infrastrutture e trasporti, sarà del 2,74 per cento. A Milano e in Lombardia invece l’Onlit, l’Osservatorio nazionale delle liberalizzazioni nelle infrastrutture e trasporti, rileva che il rincaro è del 4-5 per cento. Si tratta di un aumento insostenibile per i cittadini, oltre che ingiustificato, visto che il tasso d’inflazione si attesta attorno all’1,2 per cento. Chiediamo chiarezza e trasparenza – conclude Rosati – e chiediamo che le società di gestione autostradali e il ministero dei Trasporti rendano pubblici e accessibili i contenuti contrattuali delle concessioni autostradali, cosa che oggi non avviene.”

  1. Lorenzo Boscarelli

    Sono totalmente d’accordo sulla inaccettabilità degli aumenti dei pedaggi autostradali, tanto più che, derivando da contratti tra entità private (le società che gestiscono le tratte autostradali e ANAS S.p.A.) non è possibile conoscere i motivi tecnici degli aumenti e come sono stati calcolati. Un vergognoso regalo ai gestori privati, avallato dallo Stato (azionista di maggioranza di ANAS) a carico dei cittadini utenti

Leave a Reply