Rosati (LeU): Rincaro pedaggi autostradali insostenibile e ingiustificato, chiediamo chiarezza e trasparenza

“Gli aumenti delle tariffe dei pedaggi autostradali entrati in vigore dal 2018 sono insostenibili e ingiustificati e vanno molto aldilà dell’attuale tasso di inflazione. Un rincaro che sulle autostrade lombarde è notevolmente più alto della media nazionale – afferma Onorio Rosati, consigliere regionale esponente di Liberi e Uguali -.
Infatti, l’incremento medio sull’intera rete autostradale, secondo la rilevazione del ministero delle Infrastrutture e trasporti, sarà del 2,74 per cento. A Milano e in Lombardia invece l’Onlit, l’Osservatorio nazionale delle liberalizzazioni nelle infrastrutture e trasporti, rileva che il rincaro è del 4-5 per cento. Si tratta di un aumento insostenibile per i cittadini, oltre che ingiustificato, visto che il tasso d’inflazione si attesta attorno all’1,2 per cento. Chiediamo chiarezza e trasparenza – conclude Rosati – e chiediamo che le società di gestione autostradali e il ministero dei Trasporti rendano pubblici e accessibili i contenuti contrattuali delle concessioni autostradali, cosa che oggi non avviene.”

One thought on “Rosati (LeU): Rincaro pedaggi autostradali insostenibile e ingiustificato, chiediamo chiarezza e trasparenza

  1. Sono totalmente d’accordo sulla inaccettabilità degli aumenti dei pedaggi autostradali, tanto più che, derivando da contratti tra entità private (le società che gestiscono le tratte autostradali e ANAS S.p.A.) non è possibile conoscere i motivi tecnici degli aumenti e come sono stati calcolati. Un vergognoso regalo ai gestori privati, avallato dallo Stato (azionista di maggioranza di ANAS) a carico dei cittadini utenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *